Sito web - News - Annuario - Web Links - Le Collezioni - Notiziario Tematico - Articoli e Pubblicazioni - Contatti
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 23/08/2019 5:22

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 13/03/2019 9:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/12/2007 17:41
Messaggi: 782
Località: Livorno
Fra le mie cianfrusaglie, giorni fa, ho trovato questa busta postale (aerogramma) con l'affrancatura meccanica, del 17 maggio 1941, della "Italia soc. An. di Navigazione" illustrata con la sagoma del
transatlantico REX. L'AFM non è rara, ma neppure tanto facile da reperire, specialmente con date del periodo della 2a. G.M.. L'impronta meccanica non è molto impressa per cui
ho chiesto ad un amico se era il caso di inserirla in collezione. Risposta positiva, il documento è originale e si evince dalle censure a dalla data di arrivo sul retro.
Lo stesso mi ha fatto notare, cosa che mi era sfuggita nell'euforia del ritrovamento, che il bollo postale dell'AFM portava la dicitura GENOVA.
Come era possibile ciò se la lettera era partita da New York per l'Europa via clipper? Come è possibile che l'indirizzo, in verde, sia sovrascritto sull'AFM?
Il mittente è un ex membro del transatlantico Conte Biancamano, nave della nostra compagnia di bandiera internata nel giugno del 1940 a Cristobal (Panama-giurisdizione USA), con dimora,
nel 1941, a New York.
Qualcuno può aiutarmi a districare questo mistero?
Intanto definisco la parola clipper: Idrovolante statunitense che collegava gli USA con Lisbona (Portogallo, nazione ancora neutrale a quella data)) da dove la posta proseguiva
per i paesi europei con le compagnie aeree nazionali (per l'Italia, se non erro, era la LATI).

Allegato:
Busta Rex verso..jpg
Busta Rex verso..jpg [ 96.8 KiB | Osservato 1417 volte ]

Allegato:
Busta tn. Rex retro..jpg
Busta tn. Rex retro..jpg [ 104.83 KiB | Osservato 1417 volte ]


:ciao: :ciao:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 13/03/2019 10:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2011 15:53
Messaggi: 764
Località: Bari - Italy
Ciao Carlo,

mi viene in mente una banalità:

siamo in periodo di guerra, con tante restrizioni economiche.
Non può essere per caso che sia stata riutilizzata una busta
già affrancata in Italia e che il mittente si è portato dietro, oltre atlantico?

:ciao: :ciao:

sergio

_________________
Sergio De Benedictis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 13/03/2019 16:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/12/2007 17:41
Messaggi: 782
Località: Livorno
Caro Sergio,
avevo avuto un pensiero simile al tuo, avevo ipotizzato che la compagnia Italia avesse fornito ai membri dell'equipaggio, magari solo a quelli "gallonati", delle buste preaffrancate a Genova
che, con un accordo interpostale fra USA e Italia (non ancora ufficialmente contendenti bellici), fossero accettate per il trasporto aereo.
Comunque sono tutte supposizioni......e io aspetto.

:ciao: :ciao:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 13/03/2019 19:53 
Non connesso

Iscritto il: 18/12/2007 13:12
Messaggi: 200
La mancanza di qualsiasi segno postale USA mi fa ritenere che la busta sia arrivata in Italia in un plico insieme ad altra corrispondenza della compagnia e che sia stata postalizzata a Genova dove, essendo per il distretto, è stata affrancata per soli 25 centesimi. Ritengo pure, dai bolli apposti e dai tempi intercorsi tra affrancatura (17 maggio) e bollo di arrivo (23 maggio) che la lettera sia stata inviata al Ministero della Marina a Roma per la censura.
Un nota sui collegamenti aerei: il collegamento Roma-Lisbona era assicurato dall'Ala Littoria; la LATI aveva un aereo che faceva la navetta Siviglia-Lisbona-Siviglia, in occasione dello scalo a Siviglia del volo per/da il Sud America, per ritirare/consegnare da/a Lisbona la posta per/dal Sud-America. Va ricordato che dal dicembre 1939 al dicembre 1941 la LATI ha assicurato l'unico collegamento aereo transatlantico gestito da paesi dell'Asse.
Michele


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 13/03/2019 21:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/12/2011 15:53
Messaggi: 764
Località: Bari - Italy
Era stata fatta però da Carlo la constatazione che l'intero indirizzo era stato
scritto dopo l'apposizione dell'impronta. Se Carlo ha il pezzo in visione ce lo può confermare.

:ciao:

sergio

_________________
Sergio De Benedictis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 13/03/2019 23:04 
Non connesso

Iscritto il: 18/12/2007 13:12
Messaggi: 200
debene ha scritto:
Era stata fatta però da Carlo la constatazione che l'intero indirizzo era stato scritto dopo l'apposizione dell'impronta.
Purtroppo un esame puramente visivo non può dare nessuna certezza su quale inchiostro abbia incontrato per primo la carta e quale si sia sovrapposto a questo: l'effetto visivo è dettato da molteplici fattori quali natura del colorante (pigmento solido o colore solubile; solvente acquoso o organico, opacità dell'inchiostro, etc.). Quindi secondo me l'impronta di affrancatura sembra sotto la scritta manuale ma di fatto è sopra; dicendola in soldoni: dove l'inchiostro rosso ha trovato quello verde non è passato sulla carta e quindi non ha "attecchito", creando l'impressione di essere stato coperto dall'inchiostro verde, mentre di fatto non è riuscito a coprirlo.
D'altra parte, vi pare possibile che un paese qualunque possa accettare di spedire per posta aerea una missiva con un'affrancatura puramente simbolica (25 centesimi! e di lira, non di dollaro) di un altro paese? L'UPU funzionava da un bel pezzo e prevedeva (e prevede) solo affrancature del paese d'origine.
Poi guardiamo i tempi: il 17 maggio la busta viene affrancata a Genova, poi viene portata a New York (come???), dove Umberto Prina ci aggiunge l'indirizzo e la lettera torna in Italia in tempo per essere censurata a Roma il 21 maggio!!! Ce ne vuole di ottimismo per considerare possibili tempi del genere.
Infine: avete mai visto buste di posta aerea ITALIANE di quel periodo con quei colori dei bordi? Ho dato uno sguardo, molto cursorio in verità, al mezzo migliaio di buste di posta aerea del periodo 1930-1945 che ho e non ne ho trovata una, mentre tutte quelle originanti dagli USA hanno il bordo rosso e blu (che, guarda caso, insieme al bianco della carta sono appunto i tre colori della bandiera USA).
Michele


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Una lettera misteriosa......
MessaggioInviato: 14/03/2019 15:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/12/2007 17:41
Messaggi: 782
Località: Livorno
michele ha scritto:
La mancanza di qualsiasi segno postale USA mi fa ritenere che la busta sia arrivata in Italia in un plico insieme ad altra corrispondenza della compagnia e che sia stata postalizzata a Genova dove, essendo per il distretto, è stata affrancata per soli 25 centesimi. Ritengo pure, dai bolli apposti e dai tempi intercorsi tra affrancatura (17 maggio) e bollo di arrivo (23 maggio) che la lettera sia stata inviata al Ministero della Marina a Roma per la censura.
michele ha scritto:
Purtroppo un esame puramente visivo non può dare nessuna certezza su quale inchiostro abbia incontrato per primo la carta e quale si sia sovrapposto a questo: l'effetto visivo è dettato da molteplici fattori quali natura del colorante (pigmento solido o colore solubile; solvente acquoso o organico, opacità dell'inchiostro, etc.). Quindi secondo me l'impronta di affrancatura sembra sotto la scritta manuale ma di fatto è sopra; dicendola in soldoni: dove l'inchiostro rosso ha trovato quello verde non è passato sulla carta e quindi non ha "attecchito", creando l'impressione di essere stato coperto dall'inchiostro verde, mentre di fatto non è riuscito a coprirlo.


Caro Michele,
la tua attenta disamina del documento mi induce ad accettare per valida la risposta al mio quesito :clap: :clap:
"Caso" risolto ;) ;)

:ciao: :ciao:


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010