Sito web - News - Annuario - Web Links - Le Collezioni - Notiziario Tematico - Articoli e Pubblicazioni - Contatti
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 15/10/2019 0:15

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Filobus e filatelia // Presentazione
MessaggioInviato: 17/12/2009 13:59 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Buongiorno a tutti,
direi che è necessario che mi presenti visto che un mio "lavoro" è stato pubblicato sul sito del CIFT grazie alla grande cortesia di Luciano.

Mi chiamo Federico Ferraboschi e sono prima di tutto un appassionato di trasporti ferroviari e urbani, passione che esprimo con la lettura di libri e riviste di tema trasporti (italiani ed esteri), con la redazione di articoli per riviste specializzate e con la fotografia.
Oltre a questo colleziono cartoline aventi come soggetto il filobus e altro materiale cartaceo dello stesso argomento.

Quello per la filatelia è un interesse più simile alla curiosità e sicuramente la filatelia tematica è l'area che più si avvicina al mio modo di vedere il collezionismo.
Tempo fa, per caso, ho acquistato 2 FDC dedicate ai 40 anni dei trasporti di Berlino principalmente perchè mi piacevano e da lì mi è balenata l'idea di raccogliere materiale filatelico avente come tema il filobus.
Ho poi scoperto il sito del CIFT, ho contattato Luciano che, oltre a importanti consigli, ha gentilmente accettato di pubblicare il lavoro di un "non-filatelico":

http://www.cift.it/modules.php?name=Con ... ge&pid=110

Spero che la mia ricerca possa interessare i membri del forum e ovviamente vi chiedo la cortesia di segnalarmi eventuale altro materiale non presente nella mia collezione.
Come vedrete sono già indicati un annullo italiano e un bollo austriaco che non possiedo, magari se avete qualche "dritta" su come recuperarli ve ne sarei grato.
Intanto ho già trovato un altro francobollo interessante, spero sarà possibile in futuro pubblicare una versione aggiornata del mio lavoro.

Mi scuso per essere stato così prolisso ma credo che questa presentazione fosse necessaria.

Saluti a tutti
Federico


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 17/12/2009 14:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
Buongiorno Federico e ben arrivato sul nostro Forum.

Personalmente trovo molto valido il tuo articolo: possibilmente ci potranno essere anche filatelisti che studiano l'argomento e che potrebbero scrivere fiumi di pagine in merito, ma ciò che trovo davvero valido del tuo lavoro è che un non-filatelista si sia interessato a trovare e mettere insieme materiale filatelico su un determinato argomento.
Collezionare è divertimento ma è anche cultura, studio ed approfondimento; ciò che generalmente manca nei collezionisti (parlo di collezionisti in generale, filatelisti compresi) è l'apertura verso le altre forme di collezionismo non direttamente seguite, e questo lo considero una pecca.

Buona permanenza sul nostro Forum.
:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 17/12/2009 15:07 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie Marco.
Ho potuto leggere l'articolo dedicato alle locomotive italiane nei francobolli presente sul sito e l'ho trovato davvero interessante perchè ben in linea con la mia passione per le ferrovie.
Ho anche visto il tuo splendido lavoro sulla Funicolare Vesuviana e il tuo sito davvero interessante e completo.

Sono d'accordo con te che una collezione fine a se stessa non ha senso, se non è accompagnata da una comprensione di ciò che si sta raccogliendo.
A me personalemente interessa usare la filatelia come mezzo per tracciare storia ed evoluzione dei trasporti e per poter diffondere una cultura degli stessi, che purtroppo nel nostro Paese non è così sviluppata.

Ora ho un altro paio di idee su altri temi da sviluppare, ovviamente legati ai trasporti e a particolari argomenti a cui sono interessato.

Ciao e grazie ancora
Federico


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 17/12/2009 22:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/01/2008 0:19
Messaggi: 2007
Località: Alghero-Sassari
Ciao Federico,

è molto bella la tua idea di fare una ricerca sui filobus e il tuo articolo illustrarlo con i francobolli; hai unito molto bene filatelia e cultura, che per noi tematici formano un binomio indissolubile :clap: :clap: :clap:

:ciao: :ciao:

_________________
Collezioni: L'antica terra della libertà - Campioni europei e sudamericani : gioco, storie e curiosità - La civiltà nuragica -Annulli figurati della Sardegna- L'ave Maria cantata in lingua sarda


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 21/12/2009 22:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/12/2007 17:41
Messaggi: 790
Località: Livorno
Caro Federico,
se tu vai sul sito http://www.delcampe.net (tematiche>trasporti>bus) potrai trovare materiale di tuo interesse.
Per farti un esempio ti allego due pezzi che ho trovato nelle prime pagine che ho scorso e che non vedo nella pagina di presentazione che hai mostrato, a meno che tu non abbia altre pagine che non ci hai fatto vedere.

Allegato:
filobus 3.jpg
filobus 3.jpg [ 39.22 KiB | Osservato 11159 volte ]


Allegato:
filobus 7.jpg
filobus 7.jpg [ 42.92 KiB | Osservato 11159 volte ]


:ciao: :ciao: Carlo Doria


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 22/12/2009 11:54 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie Carlo per i suggerimenti. :clap:
Il bollo tedesco è stato il primo acquisto da cui poi è nato tutto! Nell'articolo lo vedi su due FDC dedicate ai trasporti di Berlino.
Interessante il secondo, vediamo se lo riesco a trovare su DelCampe, ove ho acquistato quasi tutti i pezzi dell'articolo.

Ciao e grazie ancora
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/02/2010 12:25 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Egregi,
dal momento che sto continuando la mia ricerca su materiale filatelico dedicato ai filobus vi chiedo: l'oggetto allegato viene considerato "filatelico"?

Grazie e ciao
Federico

PS: se nelle vostre ricerche vedete materiale sui filobus, fatemi sapere. ;)


Allegati:
filobus.jpg
filobus.jpg [ 32.68 KiB | Osservato 11047 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/02/2010 14:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2743
Località: Roma
Caro Federico,
provo a darti delle indicazioni sulla validità filatelico/tematica del pezzo che hai mostrato.
Non si capisce bene dall'immagine se si tratta di un intero postale. Ammesso che lo sia bisogna vedere poi se l'immagine del filobus è stata stampata all'origine o apposta successivamente da enti privati.
Nel primo caso l'intero entra legittimamente in una collezione sui filobus anche se l'impronta e l'annullo non hanno nulla a che vedere col tema (in una esposizione a concorso sarebbe meglio mostrare l'intero nuovo).
Se, invece, la sovrastampa è privata il pezzo non può essere esposto in una collezione a concorso.
Altrettanto dicasi se non si tratta di un intero postale ma di una cartolina con francobollo aggiuntivo; poichè l'unico elemento tematico è dato dall'immagine che è di origine privata essa non può essere esposta.
Se invece vuoi conservare la cartolina per tuo diletto, sei naturalmente libero di fare ciò che vuoi.
Luciano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/02/2010 14:34 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie mille Luciano per l'esauriente spiegazione.
Da poco esperto (come ben sai :oops: ) ti chiedo: da quali elementi riesco a capire se è un intero postale?

Grazie e ciao
Federico

PS: ti mando un messaggio in pvt tramite forum ;)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/02/2010 17:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2743
Località: Roma
E' semplice: l'intero postale reca l'impronta del francobollo con l'indicazione dello paese emittente e del valore facciale DIRETTAMENTE STAMPATA SUL CARTONCINO O BUSTA CHE SIA. Se invece c'è un francobollo aggiunto non è un intero postale.
Ma ripeto, in questo caso anche se è un intero postale bisogna appurare se l'immagine stampata sia stata stampata direttamente dall'autorità postale o aggiunta dopo, da qualche club o associazione filatelica. Questo perchè - normalmente - quando viene emesso un intero postale commemorativo di un qualche evento, l'impronta con il valore si richiama sempre all'immagine stampata: non è questo il tuo caso, anche se le eccezioni sono sempre possibili.
Ciao.
Luciano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 28/11/2011 16:56 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Egregi,
dopo molto tempo mi faccio risentire ma, come già detto, non sono un vero filatelico ma mi interesso di raccogliere materiale filatelico in tema filoviario essendo molto interessato a questo mezzo di trasporto (anzi, se vedete materiale inerente questo tema, fatemi sapere! ;) ).

Essendo assolutamente inesperto, vi chiedo una parere su questo materiale, che è indicato come "Revenue Fiscaux". E' anch'esso un elemento filatelico?

Grazie e ciao
F


Allegati:
461_001.jpg
461_001.jpg [ 65.92 KiB | Osservato 10595 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 28/11/2011 21:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 30/04/2008 20:53
Messaggi: 614
Località: Roma
fferrab ha scritto:
Egregi,
dopo molto tempo mi faccio risentire ma, come già detto, non sono un vero filatelico ma mi interesso di raccogliere materiale filatelico in tema filoviario essendo molto interessato a questo mezzo di trasporto (anzi, se vedete materiale inerente questo tema, fatemi sapere! ;) ).

Essendo assolutamente inesperto, vi chiedo una parere su questo materiale, che è indicato come "Revenue Fiscaux". E' anch'esso un elemento filatelico?

Grazie e ciao
F

:ciao: Federico, ho questo materiale pensi che ti possa servire?
Allegato:
Tram014.jpg
Tram014.jpg [ 268.17 KiB | Osservato 10584 volte ]

:ciao: Sergio

_________________
Tematiche: Religione - Scoutismo - La bicicletta - Strumenti Musicali-
Colleziono: Coupon Reponse - Marche da Bollo - Cartoline -


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 28/11/2011 21:46 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie Sergio per la cortese segnalazione.
Il fatto è che i pezzi che mi hai mostrato hanno tutti per soggetto dei tram mentre io (che comunque sono molto interessato ai tram come mezzi di trasporto) ho deciso di dedicarmi, filatelicamente parlando, solo ai filobus (cioè gli autobus con le due aste, tanto per intenderci ;) ).
Comunque sia della serie nordcoreana che dei quella rumena fa parte anche un valore dedicato ai filobus, che infatti già sono nella mia piccola collezione.

Grazie ancora
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 28/11/2011 22:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2011 18:17
Messaggi: 30
Località: Genova
Ciao,
chiedo scusa me mi intrometto, hai per caso qualche foto di filobus anni 50/60 in cui compaia una cassetta per le lettere ???
Se si, mi faresti cosa grata se potresti mostrarmi un'immagine, ti ringrazio in anticipo.
Riccardo.
:ciao: :ciao:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 10:53 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Ciao Rjkard,
che cosa intendi? Che vi sia una cassetta delle lettere proprio sul filobus o anche sulla strada ove sta passando un filobus?
Perchè nel primo caso non ne troverai, nel senso che le cassette postali erano poste sui tram, non sui filobus, come a esempio la linea tranviaria interstazionale milanese che aveva appunto all'esterno una cassetta che permetteva di imbucare missive. Se è questo che ti serve, provo a vedere se trovo una foto d'epoca non mia in internet.

Però nessuno ha risposto al mio quesito sull'affrancatura fiscale: ha valore filatelico?

Grazie
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 11:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2743
Località: Roma
Caro Federico,
provo a risponderti io.
Partendo dal presupposto che il pezzo mostrato sia effettivamente un 'fiscale' il suo uso in filatelia tematica non è ammesso.
Ci possono essere delle eccezioni che sono valutate molto rigidamente dalla giurie.
1. Il francobollo fiscale, per motivi contingenti che il collezionista deve spiegare, ha avuto un uso postale; è stato messo, cioè, su una lettera come affrancatura e questa ha viaggiato regolarmente. Questi documenti sono molto difficili da trovare e legati a particolari situazioni sociali-politiche-militari.
2. Non esiste alcun documento postale (francobollo, annullo, intero, etc.) che raffiguri il soggetto descritto dal 'fiscale'.
In entrambi i casi, però, ci si fa innanzitutto questa domanda: il passaggio che si può commentare solo con l'uso del 'fiscale' è veramente fondamentale per lo sviluppo dell'intero discorso tematico? Se la risposta è affermativa allora si ricade nelle due regolette appena citate; se è negativa allora si lascia perdere quel passaggio tematico per evitare di incorrere in critiche/penalizzazioni da parte delle giurie.
Spero di essere stato chiaro; mi auguro che altri vogliano integrare o correggere quanto da me detto.
Ciao.
Luciano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 12:15 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie Luciano, spiegazione chiarissima.
Premetto: non ho assolutamente velleità di partecipare a esposizioni di filatelia tematica ma altresì mi interessa recuperare materiale sui filobus che sia assolutamente "filatelico" e ammissibile appunto in filatelia tematica.

Altra domanda: come viene considerato in tematica il materiale erinnofilo tipo bolli chiudibusta?

Ciao e grazie ancora
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 14:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2743
Località: Roma
Risposta stringata: peggio dei 'fiscali', anzi non vengono proprio presi in considerazione.
Luciano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 17:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2011 18:17
Messaggi: 30
Località: Genova
Ciao,
siccome è da diversi anni che stò facendo una raccolta/studio sulla Posta e Avviamento Celere degli anni 50/60 stò cercando immagini di autovetture o tram dotate di cassetta per l'invio di corrispondenza con questo particolare tipo di inoltro postale.
Principalmente nelle grandi città di Milano, Roma, Napoli e Torino (ma non solo) i collegamenti urbani che avevano come capolinea una stazione ferroviaria (dove poi veniva smistata la corrispondenza prelevata dalla cassetta) sussistevano anche autobus di linee extraurbane dotati di tale sistema, ma non autobus urbani.
Ora io francamente non sò se i Filobus ,essendo a trazione elettrica, rientrassero nella possibilita di dotazione di tale cassetta come per i tram, purtroppo non possiedo e conosco nulla in merito alle linee di queste grandi città e del resto conosco pochissimo o niente sulle varie linee urbane, interessante per me sarebbe avere anche gli orari di queste linee, ma forse pretendo troppo.
Ad ogni modo se possiedi solo quella con il tram, ti sarei grato di mostrarla.
Grazie in anticipo.
:ciao: :ciao: :ciao:


Allegati:
img855.jpg
img855.jpg [ 18.71 KiB | Osservato 10546 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 18:14 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Ecco, la prima che ho trovato in rete sul sito Photorail.
Riprende la 5137 dell'ATM di Milano con la cassetta sulla testata per la posta celere

http://www.photorail.com/phr0/tram/mila ... kbutts.jpg

Questa invece è una foto più recente ove, per motivi fotografici, ad una Ventotto ATM è stata applicata la cassetta (di proprietà di un appassionato) e la veletta storica della linea 26 "Interstazionale".

http://www.fotografieferroviarie.com/tranvie/1966.jpg

Parlare di orari per le linee tranviarie non è così semplice, nel senso che non sono come le ferrovie che possiedono orari ben definiti ma, come ora, circolano principalmente a frequenza predefinita. Possiedo una cartolina-orario ove sono indicati sommariamente i percorsi di tutte le linee milanesi nel 1930, tra cui appunto l'Interstazionale.
Confermo che, almeno a mia conoscenza, filobus e autobus a Milano non hanno avuto la cassetta ma posso informarmi con esperti dell'argomento (appassionati di tram) su quali linee e fino a quando hanno avuto questo servizio, se ti serve.

Ciao
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 18:17 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Aggiungo anche queste foto, sempre recenti e come ricostruzione per scopi fotografici, del tram storico 1723 dell'ATM Milano con cassetta postale. Qui siamo all'anello della stazione di Porta Genova.

http://www.photorail.com/phr3-gli%20upd ... 0copia.jpg

e qui alle Colonne di San Lorenzo

http://www.photorail.com/phr3-gli%20upd ... 0copia.jpg


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 18:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2011 18:17
Messaggi: 30
Località: Genova
fferrab ha scritto:
ma posso informarmi con esperti dell'argomento (appassionati di tram) su quali linee e fino a quando hanno avuto questo servizio, se ti serve.


Te ne sarei veramente grato.
Grazie per le immagini.
:ciao: :ciao:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 19:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2011 18:17
Messaggi: 30
Località: Genova
Ne ho trovato uno, non sò se già lo conosci, spero ti sia utile.
:ciao: :ciao:


Allegati:
1.jpg
1.jpg [ 49.11 KiB | Osservato 10537 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 21:00 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie, ma quel francobollo è già nella mia piccola collezione 8-)

A proposito della posta celere tranviaria, ecco cosa scrive un appassionato di solito molto informato su temi milanesi:

"Le linee su cui circolavano vetture dotate di cassetta postale erano quelle che transitavano dalla Stazione Centrale. essenzialmente 1, 25/26 e in seguito 9. Alla Stazione Centrale un postino provvedeva allo svuotamento. Il servizio è durato fino alla prima metà degli anni '80. A Milano la cassetta postale era in uso solo sui tram, mentre altrove (mi pare Roma o Torino) ne erano dotati anche gli autobus. La cassetta era identica per tutte le città, essendo di proprietà delle Poste."

E poi altre foto storiche e molto belle:

http://farm4.staticflickr.com/3284/3121 ... 7043_o.jpg

http://farm3.staticflickr.com/2785/4467 ... 7b93_o.jpg

Ciao
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/11/2011 22:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2011 18:17
Messaggi: 30
Località: Genova
Grazie per le ulteriori bellissime foto, e del numero delle linee Milanesi.
Si, la cassetta era di proprietà delle poste, ed era come giustamente detto anche da te prima, solo sui tram, non sugli autobus urbani, questo vale anche per le città di Roma, Napoli e Torino.
Le cassette sugli autobus a cui si riferisce la persona che ha scritto, forse intende per quelli extraurbani, in cui anche Milano credo ne faccia parte, infatti nelle disposizioni postali su come approntare e dislocare la cassetta, vi è appunto questa nota in cui chiarisce che tali cassette dovevano essere applicare a livello urbano solo sui tram e non sugli autobus, mentre ovviamente su quelli extraurbani era consentito.
Interessante l'informazione sulla prosecuzione del servizio Milanese fino ai primi anni 80, io del resto occupandomi prevalentemente del settore Marcofilo (Annulli, timbri) rimango circoscritto verso la fine degli anni 60 per ciò che riguarda gli annulli meccanici di tipo tradizionale, mentre l'ultimo Milanese con TLM (ovvero targhette lineari meccaniche) mi risulta essere con questo logo :

Allegato:
img964.jpg
img964.jpg [ 20.34 KiB | Osservato 10524 volte ]


con utilizzo dal 1 ottobre al 30 dicembre 1963, ovviamente con datario da me prima mostrato.
Sono molto interessanti a livello collezionistico quelle lettere o cartoline dirette all'estero o con servizi postali aggiuntivi (espressi, fermo posta etc)
Grazie ancora.
:ciao: :ciao:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 27/02/2012 17:50 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Egregi,
torno a farmi sentire per una domanda tecnica: spesso bazzicando i vari eBay e delcampe alla ricerca di materiale filatelico inerente i filobus, trovo francobolli, solitamente in ambito germanofono, indicati come "privatpost".
Questi come vengono considerati filatelicamente?

Grazie e ciao
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 27/02/2012 17:51 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Altra domanda: invece come sono considerati i "Personalisierte Briefmarken", quindi credo siano "ufficiali" delle poste del paese ma creati ad hoc da chiunque voglia (se capisco bene come funzionano)?

Grazie ancora
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 27/02/2012 19:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2743
Località: Roma
Caro Federico,
cerco di darti le informazioni relative alle due categorie indicate da te partendo dal presupposto che in entrambi i casi si tratti di emissioni moderne.
Privatpost
Si dovrebbe trattare di 'francobolli' emessi da aziende private che, sulla base di una esplicita autorizzazione governativa o dell'ente nazionale a ciò preposto, svolgono la stessa attività del Servizio Postale Nazionale con alcune limitazioni relative alla tipologia di oggetti postali (lettere entro certi scaglioni di peso, o solo posta ordinaria e raccomandata, ma non assicurata, etc.) o con limitazione geografiche (su tutto il territorio nazionale o in alcune regioni soltanto o addirittura a livello di singola città).
Se vai su questo stesso forum al topic Tematiche-regolamenti espositivi-Poste e Corrieri privati troverai tutte le risposte ai tuoi dubbi. Una sola altra informazione non è riportata: dal punto di vista collezionistico/espositivo è necessario che la società concessionaria del servizio locale svolga effettivamente tutte le funzioni base del servizio postale, essenzialmente raccolta e distribuzione degli oggetti postali.
Personalisierte Briefmarken
Per quanto riguarda questa seconda categoria si tratta, come hai intuito tu, di francobolli ordinati al Servizio Filatelico/Postale dei Paesi che prevedono questa procedura. Il cliente manda una foto, un disegno, una scritta e se l’Ufficio preposto lo accetta, provvede alla stampa dei francobolli in un quantitativo minimo (in certi casi anche un sol foglietto da 20 o 25 pezzi).
Queste emissioni sono dette, in inglese, “on demand” e sono quindi di iniziativa totalmente privata anche se realizzati dal servizio postale nazionale.

Entrambe le tipologie sono da considerarsi ‘ufficiali’ in quanto per la loro realizzazione è indispensabile l’azione del Servizio postale nazionale o per la concessione data ad aziende private, nel primo caso, o con l’approvazione del disegno e poi con la stampa, nel secondo.

Circa l’utilizzazione di questi francobolli in una collezione da esposizione a concorso (in privato ciascuno può raccogliere ciò che vuole) c’è da dire subito che la prima categoria è assolutamente legittima perché prevista dai regolamenti ufficiali; rimane inteso, però, che l’uso di questi francobolli deve essere limitato a pochissimi esemplari con un particolare valore tematico.

Circa la seconda tipologia, la Federazione Internazionale, a quanto ne so io, non si è ancora pronunciata ufficialmente anche se arrivano sempre più messaggi che ne sconsigliano l’ impiego.

Detto in altre parole i francobolli del primo tipo sono realizzati da ditte commerciali che stabiliscono le cose da commemorare, preparano i bozzetti, stampano e vendono i francobolli; nel secondo caso ciascuno di noi si può inventare il francobollo che più gli serve per un certo passaggio.

Le conclusione le puoi tirare tu stesso.
Luciano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 28/02/2012 17:39 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Grazie mille Luciano, sempre chiarissimo ed esplicativo.
Dico la verità: non ho alcuna intenzione espositiva ma in ogni caso vorrei avere quanto più possibile materiale al massimo "filatelico".

Saluti
F


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 22/05/2012 14:46 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2009 17:50
Messaggi: 74
Cari tutti,
avrei una domanda su una prossima emissione congiunta Italia-San Marino, ovvero questa:

13 Busta postale celebrativa dell'80° anniversario dell'inaugurazione della
Ferrovia elettrica Rimini-San Marino (emissione congiunta con la
Repubblica di San Marino)
26.05.12

Come vedete verrà emesso il 26 maggio e siccome mi interesserebbe averlo, chiedo da inesperto: è sufficiente che vada allo Spazio Filatelia di Piazza Cordusio a Milano per trovarla?

Grazie a chi saprà aiutarmi
F


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010