Il Forum del CIFT - Centro Italiano di Filatelia Tematica
http://www.cift.it/forum/

Movimento psichedelico anni 70
http://www.cift.it/forum/viewtopic.php?f=6&t=1170
Pagina 1 di 1

Autore:  David3 [ 01/11/2010 15:20 ]
Oggetto del messaggio:  Movimento psichedelico anni 70

Ciao a tutti :)

Era da un po' che mi balenava in testa l'idea di creare una bella collezione tematica sul movimento psichedelico tipico degli anni 70 e dunque sulle band di quell'era e/o su eventi inerenti come woodstock o l'isola di white. Ho cercato un po' di materiale in rete ma apparte alcune copertine dei beatles e dei pink floyd non ho trovato altro.

Secondo voi è una buona idea continuare questa tematica? C'è abbastanza materiale con cui crearla?

Grazie in anticipo per le risposte :ciao:

Autore:  TANIS [ 01/11/2010 20:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Hola
Tema dificil, todos los personajes de aquella época son abuelos, o murieron... :rosa: :rosa:

Hay sellos (francobolli). Como en este enlace en español.
http://www.agoradefilatelia.org/viewtop ... =7&t=19496

Pero ten cuidado con los "francobolli" de paises que no existen.

Bienvenido

:ciao: :ciao:

Autore:  David3 [ 01/11/2010 20:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Muy bonito, sellos muy especial merecen mi atención:) gracias por la respuesta y lo siento por la traducción, pero he usado un traductor :))

Autore:  Luciano Calenda [ 01/11/2010 21:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Ciao, David, innanzitutto il mio personale benvenuto tra noi e quello di tutti i soci del CIFT.
Interessante il tema che hai scelto, anche perchè assolutamente inedito, almeno per quanto ne sappia io.
Ma alquanto ostico da fare perchè il materiale inerente il movimento in modo specifico, almeno credo, è veramente poco, partendo dal presupposto che non ricorrerai certo a tutti quegli 'pseudofrancobolli' stampati in nome di paesi inesistenti!
Quello che puoi provare a fare è un'indagine o descrizione della società di quegli anni, società intesa in senso lato: la gioventù, le istanze di ribellione, i paesi nei quali si svilupparono i movimenti, insomma descrivere ciò che stava accadendo in Europa e negli USA e che portò poi ai vari Woodstock o isola di Wight. Insomma il poco materiale specifico di certi eventi lo puoi usare come punto di arrivo della tua indagine. Puoi fare anche il contrario: entrare subito in medias res, descrivere gli eventi da te citati e poi spiegarli sociologicamente andando a ritroso negli anni precedenti che furono quelli che diedero vita ai vari movimenti.
Insomma diventa una collezione tematica a 360 gradi (perchè puoi parlare praticamente di tutto, dei governi, delle classi sociali, delle innovazioni, delle guerre di quegli anni, etc.) avendo sempre come punto di rifrimento quello che poi ti interessa veramente: il movimento psichedelico.
Spero di non averti confuso le idee ma prendi le mie poche parole come spunto di riflessione.
Ad ogni buon conto aspetta anche a sentire cosa dicono gli altri amici del forum e, se vuoi, puoi anche contattarmi privatamente per qualsiasi altro chiarimento.
Un caro saluto
Luciano

Autore:  attila [ 01/11/2010 22:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Mi trovo casualmente tra le mani uno pseudofoglietto del 1994/95 della Tanzania , uno di quei pezzi che cita Luciano , con l'immagine di Jimi Hendrix e il logo del 25° di Woodstock.....
A me non costa nulla inviartelo.
Se ti va mi puoi inviare il tuo indirizzo via mp

Autore:  David3 [ 01/11/2010 22:56 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Grazie Luciano per la risposta che non mi ha affatto confuso, anzi :) ricca di spunti.

Effettivamente credo che andrò ad arricchire il tutto spazziando anche sui temi da te citati (la gioventù, ribellione, la guerra nel vietnam, kennedy, i famosi NO WAR ecc.) cercando di descrivere al meglio il movimento psichedelico anni 70 (magari passando anche per gli anni 70 in Italia)

Non è una tematica facile me ne rendo conto, ma non ho fretta :D

Grazie per la disponibilità :ciao:

Autore:  Paolo Guglielminetti [ 01/11/2010 23:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Luciano Calenda ha scritto:
Quello che puoi provare a fare è un'indagine o descrizione della società di quegli anni, società intesa in senso lato: la gioventù, le istanze di ribellione, i paesi nei quali si svilupparono i movimenti, insomma descrivere ciò che stava accadendo in Europa e negli USA e che portò poi ai vari Woodstock o isola di Wight. Insomma il poco materiale specifico di certi eventi lo puoi usare come punto di arrivo della tua indagine. Puoi fare anche il contrario: entrare subito in medias res, descrivere gli eventi da te citati e poi spiegarli sociologicamente andando a ritroso negli anni precedenti che furono quelli che diedero vita ai vari movimenti.


Luciano ti ha suggerito un po' lo stesso approccio che avevo in mente io.
Potresti anche inserire nella collezione qualche pagina in cui riprendi il testo di alcune canzoni emblematiche del periodo e lo racconti francobolli ed altro materiale filatelico (per capirci, come fatto da un gruppo di noi per l'Inferno di Dante)
Per quanto riguarda il materiale che riguarda direttamente la musica ed i cantanti dell'epoca, penso che qualche cosa dovrebbe esserci nel settore delle affrancature meccaniche (le cosiddette "rosse") - chiamate "meter" in inglese ed abbreviate EMA in francese (te lo scrivo per eventuali tue ricerche su Ebay o Delcampe) - delle società di produzione musicale che appunto producevano quei gruppi.
Ne esistono infatti che pubblicizzano singole canzoni. Te ne posto qui due trovate in rete che non riguardano il periodo musicale che ti interessa, solo a titolo di esempio.
Allegato:
ema chanson.jpg
ema chanson.jpg [ 52.92 KiB | Osservato 4530 volte ]

Allegato:
ema chanson 2.jpg
ema chanson 2.jpg [ 48.11 KiB | Osservato 4530 volte ]

Altri argomenti su cui puoi trovare materiale: gli strumenti musicali utilizzati, radio e tv che diffondevano le canzoni, i luoghi dove si svolgevano i concerti ...

Autore:  David3 [ 01/11/2010 23:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Grazie 1000 Attila di sicuro potrebbe interessarmi, ti ho inviato i dati via pm e non nego di essere disarmato davanti a tanta disponibilità! :)

Paolo quello che proponi è un altro spunto interessante per la mia tematica, mi hai anche fornito utili informazioni che non conoscevo, grazie a tutti di cuore :D

Autore:  Rjkard [ 22/11/2011 9:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Ciao,
magari forse li conosci già, cmq ti segnalo questi francobolli/copertine album in cui compaiono alcuni tra i lavori più interessanti degli anni 70 e non solo.
:ciao: :ciao:
http://www.soundsblog.it/post/9429/in-v ... te-inglesi

Autore:  Paolo Vispi [ 23/11/2011 9:28 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Ricordo che un complesso che andava per la maggiore erano gli Emerson Lake e Palmer.
Buon divertimento.
Ciao

Autore:  Rjkard [ 23/11/2011 11:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Movimento psichedelico anni 70

Paolo Vispi ha scritto:
Ricordo che un complesso che andava per la maggiore erano gli Emerson Lake e Palmer.


Si, gli E.L.P. all'epoca erano forse tra i più conosciuti nell'ambito di quello che oggi viene definito il "Rock Progressive" che dal mio punto di vista non rientrano nell'ambito della Psichedelia anche se in qualche misura possono essere imparentati.
In quest'ultima sezione si riscontrano gruppi quali i Pink Floyd (più famosi o commerciali) mentre una notevole spinta alla psichedelia arrivava dalla Germania con gruppi come i Tangerime Dream, Can, Klaus Shulze e altri ancora (compresi il paradosso "pioneristico/commerciale Kraftwerk) ai quali numerosi gruppi anglosassoni, ma non solo, hanno tinto la loro musicalità (David Bowie ne è un esempio lampante), in Italia c'era una canzonetta di Eugenio Finardi (Musica Ribelle) in cui nel testo si narrava del sogno di andare in California o "ALLE PORTE DEL COSMO CHE STANNO SU IN GERMANIA" con il chiaro riferimento psichedelico verso questo particolare e affascinante tipo di musica, che all'epoca, in virtù delle nuove tecnologie applicate alle tastiere in particolare (vedi Moog, sintetizzatori elettronici analogici, Mellotron etc, etc.) era il paese pionere e trainante.
Se c'è un merito da dare agli E.L.P ed in particolare a Gregg Lake, è quello di aver riconosciuto il fantastico e di gran lunga migliore movimento Prog. Italiano, rispetto a quello Inglese e Americano, proponendo e producendo gruppi (Banco del Mutuo Soccorso fra tutti, ma non solo) che ancora oggi godono di una incredibile popolarità negli States, Giappone, Uk, ed in generale in tutto il mondo, sicuramente più che in Italia.
Tra il 1968/69 ed il 1977/78 in Italia, verso questo genere musicale, si è vissuta un era meravigliosa e fantastica, con tantissimi gruppi di altissima qualità e spessore artistico, i quali hanno avuto anche i loro problemi nel farsi conoscere alle grandi masse.
:ciao: :ciao:

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/