Sito web - News - Annuario - Web Links - Le Collezioni - Notiziario Tematico - Articoli e Pubblicazioni - Contatti
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 14/11/2019 23:27

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 0:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
Ciao a tutti,

premetto che le informazioni che seguono mi sono state molto gentilmente fornite da Nino Barberis, che mi ha illuminato in merito, e che pubblicamente ringrazio.

Apro, quindi, un argomento di cui mi sono interessato recentemente in quanto sono venuto in possesso di due pezzi che ho inserito nella mia tematica di geologia: sto parlando delle schede interne di fabbrica della ditta tedesca Francotyp, la più importante costruttrice di macchine affrancatrici d'Europa.

Allegato:
francotype.jpg
francotype.jpg [ 134.91 KiB | Osservato 6079 volte ]


Come potete vedere, si tratta di cartoncini, di spessore circa di 200-250 gr/mq, della misura di 16 (larghezza) per 15 (lunghezza) cm, su cui viene appuntata molto scrupolosamente la "storia" di un'affrancatura meccanica rossa, ovvero da quando viene richiesta e le sue successive eventuali modifiche (il più delle volte dovute al cambio della sede della ditta - nell'esempio sopra riprodotto, da Koblenz a Andernach), nonchè i dati della macchina affrancatrice.
In caso di modifica, appunto, l'impronta originale viene barrata e si incolla sul cartoncino la nuova impronta.
Nino Barberis mi riferisce che questi pezzi, assolutamente genuini, sono comparsi improvvisamente sul mercato tre anni fa, probabilmente per smobilitazione dell'archivio della Francotyp.

Da un punto di vista strettamente "filatelico", se ammettiamo nelle collezioni da esposizione le varie prove, saggi e bozzetti, in quanto precursori e preparatori all'emissione di un francobollo, per analogia non si può non considerare questi pezzi alla stessa stregua.
In tal senso, riscontro il parere autorevole e positivo di Nino.

Altri dubbi in merito all'inserimento di questi pezzi in collezione potrebbero derivare dalla loro grandezza: eppure, ho provato, e un pezzo simile in collezione riempie poco più di metà pagina, per cui, sinceramente, non riscontro tale problema.

Altri dubbi, ancora, sono relativi alla conoscenza di questi pezzi da parte dei giurati.
Beh, in questo senso, questo Forum e questo mio topic può essere da supporto, nel caso ce ne fosse bisogno: lo scopo di questo Forum è certamente quello della condivisione e della diffusione delle informazioni.

Vorrei, infine, conoscere il vostro parere.

:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 10:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2749
Località: Roma
Caro Marco,
l'autorità di Nino è immensa per cui non ho nulla da aggiungere condividendo in pieno la sua posizione.
A tuo conforto ti dico che nella mia collezione ho un paio di esempi di questo tipo di materiale; anzi, per uno, ci ho costruito su un piccolo 'studio filatelico' di 3 pagine, come i moderni dettati consentono.(Li puoi facilmenet vedere nella collezione basket ai fogli 27,28 e 29 e poi 95).
Circa la conoscenza da parte dei giurati basta una breve annotazione filatelica, con caratteri diversi da quelli usati per il discorso tematico, nella quale racconti che si 'tratta di materiale preparatorio alla produzione di una impronta etc. etc . etc.'
Luciano
PS = Complimenti per il ritrovamento di quetsi pezzi; finora ne avveo visto un altro (sportivo) ma più moderno. L.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 10:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 18:56
Messaggi: 1157
Località: Luino (VA)
ho appena fatto un giro su ebay e ne ho scovate diverse di queste schede.
Se qualcuno è interessato può vedere là.
E' questa la tua fonte Marco :?:
:ciao: Attilio

_________________
Tematica: Medicina , Ospedali , Industrie Farmaceutiche


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 11:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 18:56
Messaggi: 1157
Località: Luino (VA)
Ho appena acquistato due schede Francotyp salutistiche; non male.Una è questa
Allegato:
rheumasan.JPG
rheumasan.JPG [ 27.64 KiB | Osservato 6044 volte ]
ed il retro
Allegato:
rheumasan retro.JPG
rheumasan retro.JPG [ 21.27 KiB | Osservato 6042 volte ]
ce ne sono tante in vendita per diverse tematiche.
:ciao: Attilio

_________________
Tematica: Medicina , Ospedali , Industrie Farmaceutiche


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 12:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
attila ha scritto:
ho appena fatto un giro su ebay e ne ho scovate diverse di queste schede.
Se qualcuno è interessato può vedere là.
E' questa la tua fonte Marco :?:
:ciao: Attilio

Si, esatto Attilio, le ho trovate proprio su eBay.

Felice di essere stato d'aiuto per Attilio, e bello è il pezzo che mostri: nello specifico (ed uno dei due pezzi che ho preso è simile al tuo), le modifiche dell'impronta orginaria (del 1951) sono state due, nel 1957 (in basso a destra, sul recto) e nel 1960 (le due impronte sul verso): l'unica differenza con il mio è che nella seconda modifica (quella del 1960, per intenderci) non hanno incollato l'impronta d'esempio con il valore dell'affrancatura, ma solo la porzione illustrata dell'impronta stessa, in doppia variante in cui una delle due riporta il numero della macchina affrancatrice (credo che quel "1162" si riferisca a quello).

:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 12:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 22:16
Messaggi: 1537
Per chi volesse cercarle, la descrizione in tedesco e' "AFS Stammkarte" cioe' scheda tipo di affrancatrice meccanica (in tedesco Absenderfreistempel o piu' brevemente AFS)

_________________
__________________________________
Colleziono

Tematiche: Ferrovie (specialmente Africa e in generale <1960), Trasporti urbani, Funivie
Storia postale: Posta ferroviaria e tramviaria, Perfin, Marcofilia del regno d'Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 19:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
Ciao Marco,
mi avevi parlato in un MP di questi pezzi e, come forse ti avevo già detto, (se non lo avevo fatto,lo faccio ora)sono perfettamente d’accordo con le tue elucubrazioni e con il parere positivo di Nino.
Ma ora mi sorgon dubbi e angosce sui vari pezzi che si posson o meno inserire in collezione;
per cercare di capire qualcosa in più,a titolo puramente indicativo posto questi “oggetti filatelici” (per il momento chiamiamoli così):
i primi due non sono forse la versione “nostrana” dei AFS Stammkarte tedeschi sopra mostrati ? Ma in una ipotetica collezione ,cosa inserire? La rossa,la bozza o tutt’e due ?
E il terzo non è anche lui una “prova” ?
Mi sembra però che gli specimen di affrancature meccaniche (beninteso: specimen postali e non filatelici come quelli degli amici dell’AICAM) non siano proprio ben visti….
Vorrei conoscere il tuo parere,nonché quello di tutti gli altri amici del Forum.

Immagine

:ciao: :ciao: :ciao:
Pietro

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 19:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
Caro Pietro,

molto interessante la tua domanda: ti rispondo per come la penso io, e non è affatto detto che sia la risposta corretta (anzi :D ).

Secondo me, tra i 3 pezzi mostrati, sarebbero inseribili il primo ed il terzo (uguali, nella tipologia e nella fattura): il secondo prenderebbe troppo spazio (non giustificato in quanto trattasi di un pezzo "moderno"... l'AFS che ho mostrato, per esempio, è degli anni '30, un pezzo bello "stagionato") e in quanto presente la dicitura "specimen", difficile da far andare giù in un pezzo espositivo.

In ogni caso, concordo con te che in tutti e tre i casi si tratta di materiale preparatorio ad un'emissione, in questo caso non di un francobollo ma di una AM rossa.

;) :ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 19:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2749
Località: Roma
Mi è sorto un grosso dubbio su tutto questo materiale...
L'esame dei primi pezzi mostrati, tedeschi e di più di mezzo secolo fa mi avevano entusiasmato anche perchè non li conoscevo.
Ma, a rifletterci bene, e la riflessione mi è venuta guardando la scheda Francopost moderna mostrata da Pietro, ci sono un po' di interrogativi che pesano come macigni:
- La Francopost è un'azienda privata, giusto?
- Il lavoro di preparazione fatto da questa ditta privata è su richiesta di un privato, giusto?
- Il lavoro finale, ripeto fatto da un privato su richiesta di un altro privato, viene poi depositato presso l'ufficio postale competente che concede le relative autorizzazioni ad usare quell'impronta senza essersi preoccupato dei lavori preparatori ma solo del prodotto finito, giusto?

Allora. mi chiedo, dove è la parte ufficiale di coinvolgimento delle autorità postali?

Qui, a vederci bene, siamo di fronte a materiale di TOTALE origine privata e quindi senza rilevanza postale/filatelica.
Dovrei quindi ricredermi su quanto detto inizialmente non essendo più convinto della legittimità di tali pezzi.
E visto che sono in discesa, continuo a rotolare.
Le stesse osservazioni potrebbero essere fatte per gli 'specimen' cioè le impronte 00000 o 99999 conla scritta 'specimen' (quelel 00000 senza la scritat sepcimen non sono buone).
Sono queste l'ultimo atto del processo produttivo privato prima della presentazione del modello alle Poste o sono il primo prodotto di prova una volta che le Poste hanno approvato la targhetta?
Non sono un conoscitore del processo produttivo delle meter cancels e spero che qualcuno più esperto di me ci da dei lumi.
Io, dopo queste riflessioni, rimango un po' perplesso anche se poi la presentazione di una di queste 'schede' (possibilmente vecchia) potrebbe rientrare nel concetto di 'border line' ma anche così mi sembra un po' tirata...
???? :?: :?: :?:
Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 20:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
Il mio parlare è un pensare a voce alta, per cui prendetelo per quello che è.

Prendiamo il caso del pezzo della Francopost.
Chi è la Francopost?
http://www.francopost.it/chisiamo.asp
Come si legge, si tratta della ditta, concessionaria di Poste Italiane, che produceva macchine affrancatrici.
Una scheda interna o di prova della Francopost, quindi, non può non essere considerata come un momento precursore alla reale AM rossa della ditta che l'ha richiesta (si, perchè per le AM rosse parliamo sempre di ditte private richiedenti... se dobbiamo considerare "privato" il richiedente, allora in collezione non dovrebbero entrare nemmeno le AM rosse, in uso)... perchè... perchè, semplicemente, un AM rossa vale come affrancatura, riconosciuta dall'ente postale.
E chi è la Francotyp?
Sostanzialmente la stessa cosa della Francopost:
http://www.francotyp.com/en/company.php

Faccio qualche similitudine un po' balzana, ma come detto sono pensieri in movimento gettati su una tastiera...

Cosa è un bozzetto non adottato? Non è quel bozzetto, realizzato da un disegnatore, papabile "francobollo", ma che poi viene scartato perchè ad esso viene preferito un altro?
Una scheda interna di fabbrica con una AM rossa come quelle sopra mostrate, sono state adottate o no? Sono state adottate... per cui, perchè dovrei inserire in collezione un pezzo non adottato ed invece mi dovrei creare problemi ad inserire una scheda della Francotyp, quando invece questa è stata pienamente e legittimamente "adottata"?

Vogliamo considerare la scheda come un bozzetto adottato? I bozzetti adottati rientrano pienamente nelle collezioni... eppure parliamo di bozzetto, cioè soltanto il disegno, che di postale non ha nulla se non il fatto che è il disegno da cui è stato tratto il francobollo finale. E noi lo inseriamo... ma una scheda interna è un bozzetto? No, è proprio la AM rossa che andrà in uso.. e allora perchè mi dovrei creare problemi... etc (come sopra).

Vogliamo considerare la scheda come una prova d'artista? No, non è la stessa cosa, con una scheda interna siamo ben al di là (nel processo produttivo) di una prova d'artista, di un saggio di colore, di una prova di colore.. siamo, sostanzialmente alla "prova di lusso", se proprio vogliamo forzate una similitudine... cioè, su quella scheda vi è riportato fedelmente ed esattamente l'impronta che andrà poi in uso.

Queste sono le mie considerazioni che mi portano a ritenere legittimo, senza dubbio alcuno, l'inserimento di questi pezzi in collezione.
Certo, mi farebbe molto "specie" inserire uno "specimen" (scusandomi per la cacofonia :D ), ma difatti, personalmente non lo inserirei.. mi limito a quelle della Francotyp perchè sono ...come dicevo su.. belle "stagionate" :D

:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 20:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 18:56
Messaggi: 1157
Località: Luino (VA)
Luciano, hai dato una risposta alla Bertolini maniera :shock:
:ciao: Attilio

_________________
Tematica: Medicina , Ospedali , Industrie Farmaceutiche


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 20:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2749
Località: Roma
Caro Attilio,
non ho afferrato se 'alla Bertolini maniera' è un complimento o, diciamo eufemisticamente, un modo di pensare molto pragmatico.
Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 20:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2749
Località: Roma
Caro MArco,
non voglio scendere molto nei particolari perchè ho già confessato la mia ignoranza.
Per quanto ne so io, la procedura per l'utilizzazione delle AM si svolge in questo modo:
il soggetto richiedente sottopone all'ente Poste il disegno definitivo della targhetta che accompagna il guller; se questo non è contrario a certi canoni, non contiene certe parole, etc... l'Ente Poste lo approva ed autorizza l'adozione di quella targhetta. Quindi non è entrata per nulla nel processo, anche se la ditta diciamo che è di fiducia delle poste (infatti il discorso è totalmente diverso per le targhette anonime per le raccomandate commissionate dall'Ente Poste).
Ora, se le prove delle case costruttrici avvengono DOPO questo momento (Sottomissione del disegno ed apporvazione), posso essere d'accordo con te. Se le prove avvengono prima e le Poste non entrano proprio nel processo di preparazione dei disegni e dei testi, allora ho qualche dubbio.
Per i bozzetti adottati (e non) non dimetichiamoci che possono essere fatti da privati ma su mandato delle Poste e cha alla fine, quando approvati, si realizzano in una carta valore prodotta dallo Stato e basata su un decreto o altro.
Qui le Poste prendono solo atto di un prodotto finale (che non hanno commissionato) e lo approvano.
Insomma, crdeo che ci sarà molto da discutere, e mi aspetto molti altri interventi.
Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 21:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 18:56
Messaggi: 1157
Località: Luino (VA)
:oops: Scusa Luciano, ma ho dovuto interrompere di scrivere il messaggio causa cena :oops:
Il senso "alla Bertolini maniera" significa il pensiero di Gianni che ha verso le Rosse, ritenendole "similprivate", da mettere solo in numero esiguo (2-3) in una collezione a concorso, per sottolineare un passaggio che non può essere esposto in altra maniera.
Il tuo intervento ci ha portato di nuovo con i piedi a terra.
Una domanda vorrei fare: in una collezione open questo materiale può entrarci?
:cry: Perdonami ancora :ciao: Attilio

_________________
Tematica: Medicina , Ospedali , Industrie Farmaceutiche


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 21:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
Qual'è il sistema per sfatare ogni dubbio?
Scrivere alla Francopost ed alla Francotyp, chiedendo quando loro entrano nel processo produttivo, se prima di avanzare la richiesta all'ente postale o dopo aver avuto l'approvazione dell'ente postale che quindi "da il via libera" alla produzione della macchina affrancatrice.
L'ho appena fatto :D :D :D
Se e quando ho la risposta, la posto ;)

Aggiungo a quanto hai detto.
Posso essere d'accordo con te in merito al modello della Francopost.. cioè, con quel modello è legittimo il dubbio, del "prima" o del "dopo".
Con le schede della Francotyp, invece, non ci possono essere dubbi, perchè su quelle schede sono state appuntate anche le modifiche successive: per cui, non c'è un "prima" o un "dopo", e poi basta... in un certo qual modo (probabilmente, perchè fiduciaria dell'ente postale), la Francotyp ha seguito indiscutibilmente la storia di quella AM... cioè, non l'ha prodotta e basta, ne ha seguito la "storia"

:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 22:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
Scusate avevo scritto un messaggio di un quarto d'ora si scrittura ma un crash ha cancellato tutto :(
Riassumo in quest'altro molto più velocemente:

Il discorso che facevo prima è "a prescindere" dalla vetustità del documento (se è ammesso è ammesso altrimenti se non lo è non lo è).Per il resto sono completamente d'accordo con quanto scritto da Marco: se esiste un discorso per i francobolli lo stesso dovrebbe essere anche per le A.M. .
A altresì ragione Luciano nell'asserire che l'argomento è molto contorto e atto di ulteriori approfondimenti.
Si tratta (secondo me) di riuscire a regolamentare quanto sopra (facile a dirsi.... :| ) proseguendo il discorso dell'articolo di Luciano sul N.T. n° 152,dove appunto si parlò degli Specimen Rossi e per il quale articolo (ahimè :cry: ) i pezzi sotto postati non sono ammessi in quanto mancanti della scritta SPECIMEN....
:ciao: :ciao: :ciao: Pietro

Immagine

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 02/02/2008 22:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
attila ha scritto:
................
Il senso "alla Bertolini maniera" significa il pensiero di Gianni che ha verso le Rosse, ritenendole "similprivate", da mettere solo in numero esiguo (2-3) in una collezione a concorso, per sottolineare un passaggio che non può essere esposto in altra maniera..........
Attilio


Non mi trovate d'accordo con questa linea di pensiero perchè la stessa cosa si potrebbe dire sugli annulli,fdc,aspetti pubblicitari dei vari documenti postali come i telegrammi,francobolli-moneta, ecc. oltre a limitare notevolmente diciamo così "l'aspetto creativo" ovvero la possibilità di poter rappresentare un determinato argomento.

Ma questa è solo la mia personalissima opinione :D

:ciao: :ciao: :ciao:

Pietro

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 0:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 22:16
Messaggi: 1537
Il disegno, le scritte ecc. di una "rossa" non "passano" mai per l'amministrazione postale, pero' questa ne riconosce il potere di affrancatura. Da questo punto di vista, se si accetta che l'illustrazione o la scritta di una rossa portino un messaggio tematico, non vedo come non si possa ammettere anche la "scheda tipo" del produttore che ha predisposto tale illustrazione e le sue varianti.

Si tratta pero' di pezzi che occupano molto spazi, e, come dice correttamente Luciano, rappresentano essenzialmente la traccia archivistica del repporto tra produttore della macchina ed utilizzatore. E' bene quindi usarne un numero limitato in collezione.

Sulle rosse 00000 in generale, non tutte sono prove nel senso di test della macchina prima dell'uso. Spesso si tratta di impronte di favore per darle a qualcuno che ne ha fatto richiesta.; in questo caso, venendo meno il potere di affrancatura, che appunto ne determina la funzione postale, non sono ammissibili.

_________________
__________________________________
Colleziono

Tematiche: Ferrovie (specialmente Africa e in generale <1960), Trasporti urbani, Funivie
Storia postale: Posta ferroviaria e tramviaria, Perfin, Marcofilia del regno d'Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 2:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 15:23
Messaggi: 2749
Località: Roma
Caro Attilio,
non ti devi preoccupare né scusare. In questa sede c'è libertà di espressione e poi, tutto sommato, anche io non sono sempre d'accordo con Bertolini (solo 2 - 3 rosse in una collezione di 120 fogli mi sembrano proprio poche...)
Perciò il bello è presentare le proprie tesi, ascoltare quelle degli altri, essere pronti a modificarle se gli altri sono stati più convincenti o hanno portato argomenti irrefutabili.
Perciò...continuiamo così e vedrai che ci arricchiremo tutti.
Buon giorno se leggi questo messaggio quando ti sarai alzato..
Ciao!
Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 8:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 18:56
Messaggi: 1157
Località: Luino (VA)
:oops: rompo ancora le scatole :oops:
Ma il fatto che ci sia la scritta Poste Italiane o Deutsche Post o un nome di un altra amministrazione postale non ha alcuna importanza :?:
Daccordo, sono prodotte da privati, ma entrano in un circuito postale, hanno un valore, assolvono un servizio a pagamento.Non sono dei semplici moduli postali intestati.
E' un piccolo pensiero che mi ha ispirato il caffè delle 7.
:ciao: Attilio

_________________
Tematica: Medicina , Ospedali , Industrie Farmaceutiche


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 15:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 22:16
Messaggi: 1537
attila ha scritto:
:oops: rompo ancora le scatole :oops:
Ma il fatto che ci sia la scritta Poste Italiane o Deutsche Post o un nome di un altra amministrazione postale non ha alcuna importanza :?:
Daccordo, sono prodotte da privati, ma entrano in un circuito postale, hanno un valore, assolvono un servizio a pagamento.Non sono dei semplici moduli postali intestati.


Infatti, e' quello che dicevo qualche post piu' su!
Non dimentichiamo poi che le "rosse" sono esplicitamente ammesse dal regolamento SREV per le tematiche all'art 3.1 per quanto riguarda le affrancature meccaniche
Cita:
Il materiale filatelico-postale appropriato presenta le seguenti caratteristiche.
Tipo di materiale
Materiale con valore di affrancatura postale (francobolli, libretti di francobolli, interi, affrancature meccaniche, francobolli prodotti da macchine automatiche come le etichette FRAMA, ecc.) [...]

ed all'art 3.3 con riferimento alle prove di affrancature meccaniche
Cita:
Nella selezione di materiale idoneo per la partecipazione, deve essere data preferenza e maggiore considerazione a:
[...]
affrancature meccaniche con tariffa esatta, e non di favore "000", a meno che non si tratti di "specimen" o di pezzi giustificati da ragioni postali.

_________________
__________________________________
Colleziono

Tematiche: Ferrovie (specialmente Africa e in generale <1960), Trasporti urbani, Funivie
Storia postale: Posta ferroviaria e tramviaria, Perfin, Marcofilia del regno d'Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 17:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
Paolo Guglielminetti ha scritto:
...............................ed all'art 3.3 con riferimento alle prove di affrancature meccaniche
Cita:
Nella selezione di materiale idoneo per la partecipazione, deve essere data preferenza e maggiore considerazione a:
[...]
affrancature meccaniche con tariffa esatta, e non di favore "000", [b]a meno che non si tratti di "specimen" o di pezzi giustificati da ragioni postali.
[/b]


Scusa Paolo ma l'art. 3.3 è davvero di difficile interpretazione (o almeno lo è per mè….):

Se vi mostro queste 2 AM mi rispondereste che non sono ammesse in quanto nessuna delle due riporta la scritta SPECIMEN e hanno il “000”…..
Allegato:
AM1.jpg
AM1.jpg [ 33.64 KiB | Osservato 5842 volte ]


Allegato:
AM3.jpg
AM3.jpg [ 34.67 KiB | Osservato 5842 volte ]




In realtà la seconda è chiaramente una PROVA (è comprovato dalla prova sottoriportata :D …..)
Allegato:
AM2.jpg
AM2.jpg [ 26.77 KiB | Osservato 5841 volte ]

Allegato:
francopost.jpg
francopost.jpg [ 52.62 KiB | Osservato 5842 volte ]


Ma perché a questo punto non potrebbe esserlo anche la prima??? :roll:

......E non di favore “000”:

Ma le prove di francobolli che sono ammesse dal regolamento, come arrivano sul mercato filatelico se non per favore di qualche compiacente impiegato ……….? 8-) :twisted:

:ciao: :ciao: Pietro

P.S.
e questo ?:.......... :P


Allegati:
specimen-sugar.jpg
specimen-sugar.jpg [ 29.4 KiB | Osservato 5841 volte ]

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 18:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 21:22
Messaggi: 2851
Località: Roma
Pietro, ti rispondo sull'ultimo pezzo, secondo il mio pensiero.
Mi piace, molto bellino, ma non ci sta scritto il paese dell'ente postale che lo ha concesso. Come si potrebbe ammettere un pezzo simile in collezione?

:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
Tematica: Geology
Storia Postale: Funicolare vesuviana - Postumia
Open Class: La mafia
Responsabile Servizio Clienti Delcampe Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 18:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2007 18:56
Messaggi: 1157
Località: Luino (VA)
:( mannaggia sono cascato anch'io in un famigerato 000 :(
Allegato:
000 001.jpg
000 001.jpg [ 27.11 KiB | Osservato 5820 volte ]
Dopo la tirata di orecchie da parte di Paolo, sto leggendo lo Srev tematico (che non conoscevo) :D
:ciao: Attilio

_________________
Tematica: Medicina , Ospedali , Industrie Farmaceutiche


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 20:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
Tanto per fare ancora più confusione eccone un'altro tipo con la scritta specimen nel datario con indicazione dell'amministrazione postale :

Allegato:
speciment27.jpg
speciment27.jpg [ 33.97 KiB | Osservato 5802 volte ]


:ciao: :ciao: :ciao: Pietro

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 03/02/2008 22:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 22:16
Messaggi: 1537
Le 00000 da evitarsi si riferiscono a impronte approntate ben dopo l'avvio dell'utilizzo dell'impronta, che pero' sono state affrancate a zero perche' un collezionista le ha richieste e l'impiegato non ha voluto creare una spesa per la ditta.
Non hanno assolto alcuna funzione postale, e non sono certo delle prove, quindi in collezione da esposizione non vanno inserite.

Poi abbiamo le prove di rosse predisposte dalla ditta produttrice della macchina affrancatrice prima della messa in servizio. Sono identiche a quelle utilizzate. Per poterle esporre e' necessario che il cartoncino o busta su cui sono apposte documentino che si tratta di una "prova" nel senso proprio, come nel caso della stammkarte o della prova della "Acca" di Pietro.
A volte la scritta speciumen e' inserita da qualche parte nell'impronta, come nella Satas francese di Pietro.
Si possono inserire, mostrando pero' tutto quanto serve per comprovare cio' di cui si tratta (attenzione dunque a come le finestrate).

Infine abbiamo le prove destinate a mostrare esempi di produzione della ditta produttrice della macchina affrancatrice, sono dei "campioni" di impronte che come tali non esisteranno mai in uso per affrancatura. Credo che quella "Sugar & Spice" sia di questo tipo.
Non si possono esporre, a mio avviso, in quanto sono come un erinnfilo prodotto dal Poligrafico, se volete.

Mi pare che ci sia una pubblicazione AICAm che sviscera l'argomento da ogni punto di vista.

:ciao: :ciao: :ciao:

_________________
__________________________________
Colleziono

Tematiche: Ferrovie (specialmente Africa e in generale <1960), Trasporti urbani, Funivie
Storia postale: Posta ferroviaria e tramviaria, Perfin, Marcofilia del regno d'Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 05/02/2008 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
Grazie Paolo per i tuoi approfondimenti.

Chiederò a Nino (B.) della pubblicazione...

:ciao: :ciao: :ciao:

Pietro

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 05/02/2008 21:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2007 22:16
Messaggi: 1537
Trovo sul sito AICAM, nell'elenco delle pubblicazioni
Cita:
058 Nino Barberis. AFFRANCATURE '000'. Raccolta di interessanti interventi da parte di esperti meccanofili e tematici su questo importante argomento. Gli esempi illustrati servono a chiarire meglio i casi, per la verità abbastanza eccezionali, in cui possono essere accettate. 9 illustrazioni. 7 pagine 1,50 Euro

_________________
__________________________________
Colleziono

Tematiche: Ferrovie (specialmente Africa e in generale <1960), Trasporti urbani, Funivie
Storia postale: Posta ferroviaria e tramviaria, Perfin, Marcofilia del regno d'Italia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Schede Francotyp
MessaggioInviato: 10/02/2008 17:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/01/2008 8:23
Messaggi: 1959
Paolo Guglielminetti ha scritto:
Trovo sul sito AICAM, nell'elenco delle pubblicazioni
Cita:
058 Nino Barberis. AFFRANCATURE '000'. Raccolta di interessanti interventi da parte di esperti meccanofili e tematici su questo importante argomento. Gli esempi illustrati servono a chiarire meglio i casi, per la verità abbastanza eccezionali, in cui possono essere accettate. 9 illustrazioni. 7 pagine 1,50 Euro


Perfetto !

:ciao:

Pietro

_________________
Seguo le seguenti tematiche:
GAS-PETROLIO-INQUINAMENTO-ENERGIA
Inoltre:
AFFRANCATURE MECCANICHE (ROSSE) , MULTIAFFRANCATE , CURIOSITA' FILATELICHE.

Socio CIFT e AICAM


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010