Il Forum del CIFT - Centro Italiano di Filatelia Tematica
http://www.cift.it/forum/

Nefandezze
http://www.cift.it/forum/viewtopic.php?f=16&t=756
Pagina 1 di 1

Autore:  Carlo Doria [ 26/06/2009 10:21 ]
Oggetto del messaggio:  Nefandezze

La parola "nefandezze" è stata usata dal nostro presidente, al secolo Luciano Calenda (L.C.), nel presentare una raccomandata con una pecetta arancione con il codice a barra che deturpava i francobolli e gli annulli.
Cosa direbbe se avesse ricevuto una raccomandata come questa, dove la nefandezza è addirittura binazionale?

Allegato:
orrore.jpg
orrore.jpg [ 213.72 KiB | Osservato 3675 volte ]


:ciao: :ciao: Carlo

Autore:  Pietro Mariani [ 26/06/2009 12:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Carlo, hai notato con quale "cura" hanno ripassato a penna la scritta sbiadita sul timbro ?

:)) :)) :))

Mi è venuta una curiosità :
chissa cosa raffigurano le vignette dei due francobolli "Nefandati" ?

:ciao: :ciao: :ciao: Pietro

Autore:  Marco Occhipinti [ 26/06/2009 12:45 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

E' possibile che in Messico abbiano messo quella pecetta perchè i francobolli tendevano a staccarsi?

:D :D :lol: :lol: :)) :))
(scusate, m'è venuto da ridere)

E, comunque, ravviso anche che al CMP italiano (Peschiera B., presumo) sono stati molto diligenti: notate con quanta cura e precisione è stata applicata l'etichetta arancione, perfettamente allineata all'etichetta messicana.
Anche sulla destra, l'etichetta arancione sborda dalla busta esattamente quanto sborda l'etichetta messicana!
Perfezione assoluta!!
Eh!!
E poi ci lamentiamo.....

:D :D :D :ciao: :ciao: :ciao:

Autore:  Carlo Doria [ 26/06/2009 13:25 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Da noi direbbero: "è roba da maiali!!!!!!" :D :D :D

Io penso che sia in Messico che in Italia qualcuno sia affetto veramente "da febbre suina" :)) :)) che sempre "roba da maiali" è e resta.


:ciao: :ciao:

Autore:  Fabio Pillonca [ 26/06/2009 15:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Scusate la mia ignoranza ma ero convinto che le etichette arancioni fossero utilizzate in partenza da tutti i paesi convenzionati per la posta raccomndata internazionale. Quindi, nel caso specifico, io pensavo che fosse stato sempre il Messico ad apporre l'etichetta arancione e non il paese d'arrivo, in questo caso l'italia. Ho sempre sbagliato? avete altri esempi per chiarirmi questo problema?
Grazie
Fabio :ciao: :ciao:

Autore:  Marco Occhipinti [ 26/06/2009 17:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Ci sono alcuni paesi (non saprei davvero dove recuperare l'elenco) che hanno (almeno sulla carta, in quanto nella pratica non ho mai visto una cosa del genere applicata) una convezione tra loro per il tracciamento online.
Il codice RR seguito da 9 numeri e da due lettere indicanti il paese del mittente dovrebbe essere possibile tracciarlo online. Non mi risulta che sia già possibile.
Tuttavia, le ultime due lettere indicano il paese del mittente. Difatti, se ci fai caso, quando spedisci una raccomandata all'estero, le ultime due lettere del codice della raccomandata sono sempre IT, ovvero Italia.
Nel caso in esame, invece, il Messico non avrà tale convenzione con l'Italia, e difatti le ultime due lettere sono NN (che dovrebbe stare per "non disponibile" o qualcosa del genere) e non MX (come ci si aspetterebbe).
L'etichetta arancione così come quella mostrata è solo e soltanto italiana. In ingresso, l'Italia non riconosce come valido per il tracciamento il codice della raccomandata messicana (nel caso in esame RC53...5MX), e ne crea uno suo, utile per il tracciamento sul territorio italiano. Solo al CMP sapranno che la raccomandata messicana RC53...5MX corrisponde alla raccomandata RR41...1NN: il mittente ed il destinatario non lo sapranno mai, se non all'arrivo della raccomandata.
:ciao: :ciao: :ciao:

Autore:  Carlo Doria [ 28/06/2009 8:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Marco Occhipinti ha scritto:
Il codice RR seguito da 9 numeri e da due lettere indicanti il paese del mittente dovrebbe essere possibile tracciarlo online. Non mi risulta che sia già possibile.


Si, Marco. E' possibile. Personalmente ho seguito l'arrivo in Italia di due lettere raccomandate provenienti da Malta e Bielorussia, registrate rispettivamente al CP di Milano CSI WINDOWS e al CP di MI - Linate Dogane arrivate al CP di LI Romito Recapito e consegnatemi nei tempi indicati, ma prive della pecette arancione in quanto sia la Belorussia che Malta hanno (almeno si pensa) una convenzione postale in questo senso.

Qualcosa alle nostre Poste S.p.A funziona. :D :D

:ciao: :ciao:

Dimenticavo l'indirizzo per la tracciatura: http://www.poste.it/online/dovequando/c ... ccomandata

Autore:  Marco Occhipinti [ 28/06/2009 13:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Ah, ecco, quindi per qualche stato il tracciamento internazionale funziona... bene, bene.
Mi stupisce che la Bielorussia sia tra questi stati, ma tant'è.

Comunque, ciò che hai detto conferma quanto scrivevo: quando il tracking internazionale funziona tra due stati, in ingresso nello stato di destinazione non viene applicata alcuna etichetta aggiuntiva, in quanto vale quella di partenza, ovvero il tracking è possibile seguirlo tramite il codice dell'etichetta di partenza. Nel caso delle due lettere da Malta e Bielorussia, infatti, l'etichetta arancione italiana non è stata applicata in quanto era valida quella del paese del mittente.

:ciao: :ciao: :ciao:

Autore:  Paolo Guglielminetti [ 05/07/2009 8:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Nefandezze

Non si tratta di convenzioni bilaterali ma di norme UPU di validità generale.
La presenza sulle raccomandate internazionali del bar code è obbligatoria dal 1 gennaio 2008 secondo standard fissati chiaramente da specifiche tecniche definite sempre in sede UPU. Lo standatd è questo
Allegato:
CN04.jpg
CN04.jpg [ 14.58 KiB | Osservato 3474 volte ]


Qualche paese tarda però ad adeguarsi, e questo genera la necessità di ri-codificare la lettera nel paese di arrivo. La procedura che segue l'Italia però è curiosa perché le etichette arancioni (messe nei centri per la posta estera di Milano per la posta aerea e Genova per quella che arriva per via marittima) non seguono lo standard UPU e non sono poi di solito leggibili dai lettori di barcode degli altri uffici postali italiani.
Inoltre quando si fa una ricerca per una raccomandata estera persa emerge che l'Italia non comunica allo stato estero il nuovo codice ma solo che la raccomandata è arrivata all'ufficio di entrata italiano, rendendo così tutto più difficile.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/